Dopo il recente restauro la celeberrima cupola della Basilica della Santa Casa di Loreto torna a rifulgere grazie al nuovo sistema illuminotecnico curato da Effetto Luce, che conferisce nuovo splendore agli affreschi.
La cupola fu affrescata tra il 1890 e il 1907 da Cesare Maccari, che raffigurò la storia del dogma dell’Immacolata Concezione e le Litanie lauretane. Questo impianto pittorico sostituì gli affreschi originari, realizzati tra il 1609 e il 1615 da Cristoforo Roncalli, detto Pomarancio, purtroppo gravemente deteriorati dal tempo.
Il nuovo progetto illuminotecnico ha il duplice obiettivo di evidenziare ricchezza e armonia cromatiche degli affreschi e di garantirne al contempo la preservazione; sono stati adottati, quindi, diversi accorgimenti funzionali a entrambe le finalità.
Abbiamo previsto un impianto flessibile, non visibile dai visitatori; le sorgenti luminose impiegate sono dotate di fasci con diverse aperture (da 10° a 60°), di moduli LED ad alto rendimento energetico e cromatico (CRI>90) e di accessori su misura per la calibrazione ottimale della luce.
Il corretto posizionamento dei corpi illuminanti, il loro giusto orientamento in base alla maggiore o minore ampiezza del fascio luminoso e il puntamento incrociato verso le specchiature che compongono il tamburo e la cupola vera e propria sono stati studiati fin nei minimi dettagli per ottenere l’angolo ideale di incidenza della luce. In questo modo abbiamo potuto garantire l’illuminamento uniforme e omogeneo degli affreschi utilizzando sorgenti luminose a basso consumo energetico, le cui caratteristiche tecniche sono in linea con le norme di riferimento in tema di valorizzazione e conservazione dei beni culturali.
Per rispettare la tonalità delle pitture abbiamo scelto una luce warm-white con temperatura colore 3000K che, unitamente all’alto rendimento cromatico, restituisce una visione realistica e fedele delle peculiarità pittoriche.
Grazie alla tecnologia LED di ultima generazione la radiazione luminosa emessa si limita allo spettro visibile ed è priva di ultravioletto e infrarosso per il rispetto e la conservazione delle componenti organiche delle pitture.
Il sistema è interamente gestito da un impianto domotico che consente la regolazione della luce e la selezione di scenari luminosi.

loreto_cupola_2

loreto_cupola_1

 

loreto_cupola_prima_dopo_